Skip to content

SCHNELLGESUNDABNEHMEN.INFO

Schnellgesundabnehmen.info

Scarica ubuntu per virtualbox


  1. Come virtualizzare Linux
  2. Come installare Ubuntu sul pc
  3. Come Installare Ubuntu su VirtualBox: 37 Passaggi

Per scaricare l''immagine ISO di Ubuntu, collegati al sito VirtualBox relativa alla versione di Ubuntu che intendi. Accedi al sito web di Ubuntu. Avvia il browser internet del computer e usalo per accedere al seguente URL. In questo modo. Molto bene ora la nostra macchina virtuale è pronta all'uso non ci rimane altro che scaricare Ubuntu da questo link e passare. Come creare una macchina virtuale per installare Ubuntu su VirtualBox e provare ISO di installazione di Ubuntu, scaricabile dalla pagina di download del sito. Per installare Ubuntu, sarà necessario scaricare solo il suo file ISO e installarlo sulla Scaricare VirtualBox e installarlo sul proprio PC.

Nome: scarica ubuntu per virtualbox
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 63.28 MB

Si riportano in questa pagina le istruzioni di installazione e configurazione del sistema di virtualizzazione multi-piattaforma Oracle VM VirtualBox per la creazione di una macchina virtuale con Ubuntu Linux.

Un sistema di virtualizzazione consente di eseguire in un contesto protetto un sistema operativo, detto macchina virtuale o Virtual Machine VM , in contemporanea ad altri sistemi operativi. Una VM crea un ambiente di esecuzione che simuli un computer completamente separato, dedicando ad esso una parte delle risorse del computer reale. Nel seguito delle istruzioni si farà riferimento al popolare software opensource gratuito per la virtualizzazione Oracle VM VirtualBox , su cui verrà installata una macchina virtuale Ubuntu Linux.

Al momento della scrittura di questa guida la versione 5. Su altri sistemi operativi invece non sono noti problemi di questo genere. Le CPU moderne sono equipaggiate con set di istruzioni addizionali e meccanismi hardware per incrementare le performance di esecuzione dei sistemi di virtualizzazione.

Qui dovrete selezionare VDI come tipo di file del disco dovrebbe essere la scelta di default , quindi fate pure click su Avanti. In questa finestra dovrete scegliere se il disco fisso virtuale deve crescere in base allo spazio utilizzato allocato dinamicamente fino alla dimensione massima, che specificheremo successivamente, o utilizzare una quantità di spazio fissa dimensione specificata indipendentemente da quanta memoria andremo poi ad utilizzare effettivamente nel sistema operativo guest.

Potete leggere nella finestra quali vantaggi offrono le rispettive soluzioni. In questo caso io ho scelto Allocato dinamicamente. Ora vi troverete nuovamente davanti la finestra principale di VirtualBox , avviate la macchina virtuale appena creata selezionandola e facendo click su Avvia. Fatto questo potrete fare click su Avvia. Selezionate ora la lingua che preferite e fate click su Installa Ubuntu. Facciamo clic su Crea ; si aprirà una nuova finestra dove scegliere il tipo di file che fungerà da disco fisso virtuale di default è VDI, ma possiamo scegliere anche altri formati e il tipo d'allocazione.

Scegliendo di allocare dinamicamente il disco fisso virtuale le dimensioni del disco cresceranno fino al massimo impostato in maniera dinamica, mentre con le dimensioni specificate verrà subito creato un disco delle dimensioni effettive.

Al termine facciamo clic su Successivo; il programma ci chiederà come chiamare il disco fisso virtuale e le sue dimensioni.

Al termine facciamo clic su Crea per terminare la creazione della macchina virtuale. Facciamo clic su Scegli un file di disco ottico virtuale ed inseriamo nel lettore virtuale l'immagine ISO, terminando le configurazioni premendo sul tasto OK.

Ora possiamo avviare la macchina virtuale selezionandola nell'interfaccia di VirtualBox e utilizzando il tasto Avvia in alto.

L'installazione del sistema operativo partirà automaticamente ed è del tutto simile a quella ottenibile se installassimo il sistema su un PC reale ottimo per fare gli screeenshot di questa fase. Accesso alle cartelle del PC reale e condivisione appunti Una volta dentro la macchina virtuale installiamo le Guest Additions, dei file in grado di aumentare il livello d'integrazione tra la macchina virtuale e la macchina reale.

Il disco virtuale si avvierà automaticamente e, in base al sistema in uso, installerà dei file di sistema aggiuntivi; al termine riavviamo la macchina virtuale per rendere effettive le modifiche. Ora possiamo condividere gli appunti oppure trascinare file o cartelle tra il PC reale e la macchina virtuale selezionando il menu in alto Dispositivi e utilizzando le voci Appunti condivisi e Trascinamento e rilascio. Facciamo clic sull'icona a forma di cartella e più in alto a destra per aggiungere delle cartelle da visualizzare nella macchina virtuale.

Le cartelle saranno visibili nel sistema come risorse di rete. Come utilizzare gli snapshot Vogliamo fare dei test pericolosi sulla macchina virtuale?

Conviene in questo caso salvare lo stato della macchina quando ancora funzionante tramite snapshot, ottimi per ripristinare il sistema operativo ad un punto precedente senza dover reinstallare tutto.

Su Xubuntu con un semplice piccolo comando aggiorniamo tutto, sistema e applicazioni. Ecco il comando:. Ora che sapete usare il terminale, potete disabilitare Apport, un software che a ogni piccolo inceppo di qualsiasi programma vuole segnalare il bug.

Come virtualizzare Linux

È solo per sviluppatori. Ora possiamo davvero riavviare. Ecco il comando: sudo reboot.

Collegate il disco in cui avete copiato tutti i file. Se ora il vostro utente è pippo e la cartella si chiama pluto, ovviamente il comando diventa: sudo chown -R pippo:pippo pluto. Vedrete molti file con un punto davanti. Semplice, no?

Come installare Ubuntu sul pc

Le cartelle col punto davanti, sono quelle di configurazione dei singoli programmi. Non dovete copiarle tutte, ma solo quelle che vi servono. Per esempio se volete recuperare tutta la posta elettronica, cancellate la cartella. La prima volta che lancerete Thunderbird, vi partirà come se se foste sul vecchio sistema, non si accorgerà nemmeno che il sistema è cambiato! Io uso questo sistema per copiare le impostazioni di Thunderbird, quelle di Blender perché al momento ci sto lavorando e quindi ho delle configurazioni tutte mie, e quelle di Transmission che è il software per scaricare torrent.

Alcuni software non hanno la loro cartella esattamente dentro la home, ma dentro. In particolare:. Ovviamente dovete copiare i documenti, le immagini, la musica eccetera nelle apposite cartelle. Ma questi non sono nascosti ed è un gioco da ragazzi. Per esempio Thunderbird finisce spesso ma non sempre in. La stampante dovrebbe essere già visibile e funzionante.

Google e i forum sono vostri amici. Un consiglio: se avete una stampante Epson, magari una di quelle wifi tipo la XP, basta installare questo pacchetto: sudo apt install printer-driver-escpr Poi andate in Stampanti nelle Impostazioni di Xubuntu e la aggiungete. Lo scanner funziona da solo senza bisogno di driver. Occhio: è gratuito ma non è software libero. Non ha bisogno di presentazioni. Per vedere e manipolare in fretta immagini, anche tante insieme.

Avete già Simple Scan ma questo fa più cose. Fa le stesse cose di wget ma in certi casi è meglio usare questo xfce4-goodies — Raccolta di utility e di temi per il nostro desktop exfat-fuse exfat-utils — Per leggere, scrivere e formattare in exfat, un filesystem che mi puzza tantissimo Microsoft ne ha brevettato alcune parti ma che permette effettivamente di avere chiavette che si possono leggere e scrivere su Mac, Windows e Linux.

Quindi con questo comando li installate tutti. Ovviamente basta togliere quelli che non vi interessano:. Occhio perché mentre installa, a un certo punto vi chiede di accettare una licenza — quella di java credo — e lo fa in grafica testuale. A questo punto potreste avere qualche programma non completamente in italiano.

Come Installare Ubuntu su VirtualBox: 37 Passaggi

Un ultimo tocco: scarichiamo o recuperiamo nei nostri documenti i file vari che usiamo, e diciamo a Xubuntu con quale applicazione predefinita li apriremo. Per farlo è semplicissimo, e procederemo con un esempio: immaginiamo di voler far aprire sempre da VLC gli MP3. Dal menu a tendina selezioniamo VLC:. Faremo lo stesso con tutti i tipi, ogni volta che un file ci capita a tiro.

Questo vi evita il tearing nei video. Lanciate Firefox e digitate nella barra degli indirizzi: about:config. Serve per controllare e farsi controllare il PC di qualcun altro in remoto, per esempio per dare o ricevere assistenza. Andate qui e scaricate il. Ottimo programma di virtualizzazione. Riavviate la sessione. Una volta installate le guest additions, dovete ricordarvi di installarle in ogni macchina virtuale che avete creato.

Talvolta Virtual Box potrebbe non funzionare più, quando escono degli aggiornamenti per Xubuntu che vanno a sostituire il kernel. Cliccandoci sopra se prima avete installato Java ovviamente, come indicato in questa guida , Java Web Start dovrebbe partire, caricare il programma che ha estensione.

Xubuntu vi crea già un lanciatore al programma, da usare nel menu o da aggiungere al pannello. Facendo doppio click sul file a questo punto partirà Krita. Piuttosto spesso peraltro. Ma ne vale la pena perché Krita è davvero una bomba. Pensate che al suo confronto, Photoshop Essential è un programmino per bambini, e che è gratis e libero.

Per installarlo è quindi sufficiente installare prima Snap se non lo si è mai fatto prima:. Per ragioni strane, gnome-subtitles è stato tolto dai repository di Ubuntu. Ma ci sono dei PPA appositi:.

Leggi anche: SCARICA SFONDO UBUNTU

Non ci sono screenshot perché do per scontato che sapete dove trovare le cose, come le impostazioni, il terminale, eccetera. Per installare una lingua aggiuntiva andate su Supporto Lingue. Dovrete poi impostare le stesse cose per ogni utente nel caso essi siano di lingue differenti.

Potrete quindi avere un utente completamente in cinese, o uno in italiano ma con input giapponese, e via dicendo. È consigliatissimo caricare questo font, esterno, che contiene in buona calligrafia tutti i caratteri, sia tradizionali che semplificati: KaiTi.

Qui trovate un elenco di applet da aggiungere al pannello. Quelle che uso maggiormente sono:. Indicatore del carico del sistema — Serve per vedere se il sistema è sovraccaricato o meno.

Per sapere il nome, aprite il terminale e digitate ifconfig seguito da invio. Vi dà un elenco di dispositivi di rete. Il mio wifi per esempio si chiama wlp3s0.

O dà un elenco di programmi e script da lanciare, come un menu aggiuntivo. Io lo uso molto come cassetto per lanciare alcuni script che vedremo in seguito. Qui appare un elenco vuoto di applicazioni o script da lanciare. Mostra scrivania — Il classico bottone che riduce a icona tutte le applicazioni. Per eliminare il tearing durante la riproduzione di video fastidioso effetto in cui sembra che ci sia una riga orizzontale che attraversa lo schermo mentre nel video la telecamera si muove da sinistra verso destra o viceversa , è necessario installare Compton, un gestore di Composite in pratica le trasparenze e le ombre.

Arandr è un vecchio tool che accende spegne e configura gli schermi multipli. È molto comodo perché oltre a essere molto intuitivo, permette di salvare in uno script la configurazione.

Facciamo come al solito un esempio. Collego al portatile uno schermo, per esempio la mia TV di casa, che è di una marca inventata per non fare pubblicità, la Panafunken. Lancio arandr e configuro il tutto in modo che la TV stia alla destra dello schermo del portatile, con risoluzione massima.

Il file vi consiglio di salvarlo in una cartellina apposta, magari dentro Documenti, chiamata Script, dove terremo tutti gli script. Il file deve avere tassativamente estensione. Ora, ritorno in Arandr e spengo tutto, mantenendo acceso solo lo schermo del portatile.