Skip to content

SCHNELLGESUNDABNEHMEN.INFO

Schnellgesundabnehmen.info

Scaricare lapp di posteid


  1. Come attivare lo SPID con Poste ID | IpCeI
  2. App PosteID
  3. Come registrarsi a Spid con PosteID

PosteID è l'App ufficiale di Poste Italiane per la nuova identità digitale che consente di: • accedere ai servizi online di Poste Italiane; • accedere ai servizi della. Descrizione. PosteID è l'App ufficiale dell'identità digitale di Poste Italiane e consente di: accedere ai servizi online di Poste Italiane;; accedere ai servizi della . PosteID abilitato SPID L'Identità Digitale di Poste Italiane Con l'App PosteID hai tanti vantaggi in più: puoi accedere in modo più sicuro e veloce attraverso l' utilizzo del QR Code Scarica l'App su Apple Store · scarica l'app da Google Play. Scarica PosteID direttamente sul tuo iPhone, iPad e iPod touch. PosteID è l' App ufficiale di Poste Italiane per la nuova identità digitale che consente di. PosteID è un'applicazione per iOS ed Android per gestire l'identità digitale di Poste Italiane. Disponibile al download gratuito attraverso l'App.

Nome: scaricare lapp di posteid
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 69.56 MB

Scaricare lapp di posteid

Impossibile effettuare la registrazione, chiede i dati personali ma il menu a tendina per immettere la nazione non funziona, premendo l'area non succede nulla. Peraltro lo stesso identico menu che appare sotto per la diversa destinazione dei documenti funziona benissimo.

Complimenti vivissimi ai programmatori, un'app inutile per uno stupido menu a tendina buggato. Fa quel che deve, ma il fatto di dover avere un'app per autenticare operazioni in un solo sito è frustrante. Inoltre, per quel che fa potrebbe pesare molto meno sul dispositivo.

Meno male gugu! Se si vuole restare casti e puri c'è sempre il salvataggio in calcio d'angolo, ma vi avviso che non è una cosa facile.

Esistono dei progetti di porting che permettono di installare su PC o portatile un emulatore di android. In pratica si ha un sistema operativo Android installato su un computer.

Come attivare lo SPID con Poste ID | IpCeI

Ovviamente non funzionerà il touch che dovrà essere emulato con azioni del mouse o del touchpad Per installare un emulatore di Android occorre preparare una partizione dedicata sul disco fisso e poi configurare un boot loader in modo da selezionare Android per il boot. L'operazione è riuscita quasi del tutto, in pratica è come usare un tablet senza il touch, ma come al solito ci si è messa di mezzo la legge di Murphy: funzionava tutto tranne il wireless, perché quell'emulatore di Android non riconosceva la periferica WiFi del mio portatile.

In sostanza riuscivo a connettermi ad Internet solo usando il cablaggio con fili che di fatto emula una connessione WIFI. Il problema è che con questo sistema non funziona il download delle app.

E nessuno si pone il problema che questo sia un abuso, e un'inaccettabile intrusione nelle scelte private? Francamente, non mi risulta. Grazie per la vostre risposte. Stavo provando ad installare l'app posteid. Spero di non avere problemi. Grazie ancora.

App PosteID

Ma dove l'hai ricevuta, l'email? L'ho ricevuta sull'indirizzo privato che è quello che uso per accedere alla carta docente e allo spid di poste. Questa è la mail ricevuta: Gentile Cliente, Ti ricordiamo che per autorizzare le tue richieste di accesso con il codice temporaneo ricevuto via SMS hai ancora 7 giorni a disposizione.

Saranno sufficienti pochi minuti per attivarla: ti basta inquadrare il QR code visualizzato sulla pagina di login e utilizzare la tua impronta digitale e facciale su terminali abilitati per accedere a tutti i servizi abilitati, senza dover ricordare la tua password.

Puoi sempre comprare uno smartphone da pochi soldi e installare solo la app delle poste, ignorando tutte quelle che non vuoi avere. Anni fa sentivo due colleghe lamentarsi del fatto che per ricevere uno stipendio era necessario aprirsi un conto corrente in banca e che avrebbero preferito andare alla posta ogni mese a ritirarlo.

Capisco la tua avversione al "sempre connesso" degli smartphone, ma puoi tranquillamente evitarlo pur avendone uno. Prendilo in considerazione quando dovrai cambiare il cellulare. La mia filosofia è che le cose si prendono quando servono.

E dai E comunque la differenza è che ALMENO quella normativa rientrava in un contesto generale di pagamenti di tutti gli stipendi, sia pubblici che privati, non solo quelli della scuola, ed era motivata da ragioni di tracciabilità fiscale, e di prevenzione dell'evasione e dei pagamenti in nero.

Ma allo stato, o alla guardia di finanza, che cavolo gliene importa se io uso android piuttosto che windows o linux per fare la stessa identica cosa onesta e prevista dalla legge?

Se andate sul sito carta del docente attraverso un normale pc e poi entrate con spid arriva l'sms.

Come registrarsi a Spid con PosteID

Non serve scaricare niente sul tablet o telefonino. Non serve scaricare niente sul tablet o telefonino Hai seguito tutta la discussione, eh? Tiria ha scritto: precario21 ha scritto: Se andate sul sito carta del docente attraverso un normale pc e poi entrate con spid arriva l'sms.

L'account spid è univoco?

Tutto questo conferma la mia assoluta diffidenza nei servizi delle poste. Chiedo poi, in ottica di collaborazione a Marion di volerci raccontare in dettaglio la propria esigenza. Sicuramente facile per un mediamente informatizzato. Molto meno per un vecchietto pensionato che ha difficoltà anche con Whatsapp.

IMHO purtroppo la linea guida indicata non affronta la parte di problematica per un familiare e non affronta in modo il concetto di delegato, ad esempio norma il professionista ma affronta il fatto che il professionista stia svolgendo una attività in nome e per conto di un cittadino. Si in effetti hai ragione.

Si sottostima il problema della delega ad un familiare per effettuare un determinato adempimento. Eppure le procedure cartacee da quanto punto di vista prevedono questa possibilità. E non parlo di 40enni ma anche di persone giovanissime che usano regolarmente facebook, instagram e via dicendo. Basterebbe adottare le stesse procedure del cartaceo.

Cioè quando vado in un ufficio pubblico per conto di mio padre che ha 80 anni mi faccio fare la delega e faccio tutto con la massima trasparenza. Successivamente il dipendente deve accedere alla sua scrivania INPS e, con un clic, accettare la pratica.

Successivamente la pratica viene lavorata da inps. Accade che è il dipendente stesso a dire"vabbè pensaci tu…tieni le password". Ma chi progetta queste procedure deve prevedere tutto : e se il dipendente è un analfabeta digitale? Nella mia scuola ad esempio mi capita di dover aiutare dei bidelli che non sanno scaricare il cedolino da NOIPA e quindi mi affidano le loro credenziali.

Voglio ridere adesso che dismetteranno le credenziali classiche per permettere solo lo SPID! Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.